La luce blu viene prodotta dai dispositivi dotati di tecnologia LCD e LED

Sta diventando sempre più difficile evitare di essere colpiti dalla luce blu perché questa particolare tipologia di onda luminosa è emessa da smartphone, schermi dei computer, televisioni senza dimenticare le fonti luminose a basso consumo. Questa è dotata di una maggiore frequenza di energia avendo una lunghezza d’onda decisamente corta. Ciò significa che riesce ad agire in modo negativo su alcune parti del nostro corpo con conseguenze anche abbastanza gravi.

La luce blu è riuscita ad avere una grande risonanza perché vari studi hanno dimostrato le criticità che questa luce è in grado di creare. L’ultimo di questi arriva dall’Oregon State University dove hanno dimostrato che i moscerini esposti alla luce blu hanno avuto un maggiore livello di invecchiamento rispetto a quelli che erano stati tenuti al buio. Sull’uomo i problemi possono essere i seguenti:

  • effetti sugli occhi: questa luce è in grado di causare la stanchezza visiva, il rossore e la secchezza oculare;
  • effetti sul corpo: riesce a provocare il mal di testa, i cali di concentrazione e l’insonnia;
  • effetti a lungo termine: col tempo questa luce riesce può creare la maculopatia, cataratta e miopia.

Non devi però allarmarti troppo perché puoi agire per lenire le problematiche che vengono  causate dalla  luce blu. In primo luogo dovresti dosare l’uso dei dispositivi tecnoogici come smartphone, computer e televisori senza però dimenticare che esistono occhiali appositi in grado di bloccare questi raggi dannosi.