Rimborso paypal: la guida completa

Il rimborso paypal è uno dei punti forti di questo portafoglio elettronico, vediamo come funziona

Il rimborso paypal rappresenta una funzionalità nevralgica di questa piattaforma di pagamenti perché comunque ancora c’è una certa ritrosia da parte della gente di acquistare su internet, anche se le cose sono in parte cambiate al tempo del covid, perché non sempre i negozi e soprattutto i venditori semiprofessionali non sempre sono molto propensi ad offrire il rimborso quindi vediamo come procedere per richiederlo.

Richiedere rimborso paypal, come fare?

La procedura per richiedere il rimborso è abbastanza semplice, basta seguire questi passi:

  • prima di tutto bisogna andare su cronologia;
  • individuare e cliccare sulla transazione;
  • contatta il venditore con i dati presenti nella pagina.

Dove mi verrà accreditato il rimborso?

Il rimborso viene accreditato sul metodo di pagamento adoperatoanche se è necessario tenere presente che vi sono una serie di problemi in base alla modalità di pagamento effettuato. Infatti il pagamento dovrebbe arrivare entro al massimo di trenta giorni perché vi sono delle limitazioni e delle procedure che gli istituti di credito devono rispettare.

Come faccio a verificare lo stato del rimborso?

Controllare lo stato del rimborso implica una serie di operazioni decisamente semplici da effettuare. Vediamo quindi quali sono i passi da effettare:

  • accedere a cronologia;
  • cliccare su filtri e selezionare rimborsi;
  • scegliere l’intervallo di date durante il quale è stata effettuata la transazione;
  • selezionare la transazione per la quale è stata richiesto il rimborso quindi aprirla per vedere lo stato d’avanzamento della procedura.

Il rimborso paypal è un ottimo modo per rendere i propri acquisti molto più sicuri e tranquilli.